00:00 / 03:35

Madre

Ora siediti, non dire niente, resteremo fermi

con i piedi nella terra, al buio come fanno i vermi

sono stanco delle tue parole poco originali

che poi trovo nelle piazze e urlate dai giornali.

 

Qui c’è troppa confusione credimi per ascoltare

si combatte solo se le piogge cambiano colore

non ti accorgi che non c’è nessun pianeta da salvare?

Solo ego da ridimensionare.

 

Ma non la senti questa forza viva che sta tutta intorno?

Che ci piange nelle mani e ride in un disegno eterno

Che fa nascere costellazioni e parla nei silenzi

che si nasconde dietro i nostri sensi

dietro i nostri denti

 

Io ti prego madre silenziosa 

copri questi occhi e mostrami ogni cosa

e ricordami il peso sospeso dei nostri pensieri

che curvano lo spazio, in attesa come i buchi neri.

 

Ma qui c’è troppa confusione credimi per ascoltare

qui c’è troppa confusione credimi per dimostrare.

 

Io ti prego madre misteriosa

mostrami i giganti e il tempo che riposa

e in autunno le nuvole morte sotto i nostri piedi

apriranno strade nuove, saremo i tuoi guerrieri.

 

Ma qui c’è troppa confusione credimi per ascoltare

qui troppa confusione credimi per dimostrare

qui c’è troppa confusione credimi per ricordare.

Copyright © 
Francesco Camin2020
P.IVA 02600430223 

  • Spotify - cerchio grigio
  • Instagram - Grigio Cerchio
  • Facebook - cerchio grigio