Cerca
  • Francesco Camin

Tunnel

Negli anni ho scoperto di avere due talenti. Il primo è riuscire a sentire il respiro degli alberi e la loro voce leggera.
 Il secondo è farmi delle seghe mentali pazzesche. 
Sono un tipo un po’ lunatico.
 Segno del cancro. Governato dalla Luna.

Vi lascio immaginare.
 E da diversi mesi c’è pure Saturno contro.
 Grazie Paolo Fox.

Quella magia che mi porta a sentirmi connesso con la vita verde e silenziosa che mi circonda, è la stessa che a volte mi trascina dentro tunnel di paure, timori, pensieri associativi inutili e indipendenti dalla mia volontà, soprattutto quando vivo momenti di grandi cambiamenti e transizioni della mia vita.
 Una cosa strana ma potente. E il problema è che con questi tunnel la mia mente ci va a nozze, adora i pensieri della serie “tanto andrà male” oppure “si vabbè ma so già come vanno queste cose”.
 Funziona così, perché la nostra mente e il nostro ego si nutrono di paure.
 Lo sanno bene che un giorno o l’altro moriranno e quindi fanno di tutto per tenersi ben lontani da eventuali cambiamenti, situazioni che non conoscono, rivoluzioni dello stato attuale delle cose. La mente e l’ego fanno parte del nostro corpo fisico che un giorno inevitabilmente tornerà al corpo fisico della Terra. 
Ma ho scoperto che la via di salvezza esiste. 
Sta nel capire che noi non siamo né la nostra mente, né il nostro ego.
 Noi siamo quel “qualcosa” che sta dietro la mente e l’ego, che ci permette di osservarli da fuori mentre impazziscono nei loro dialoghi folli. 
Noi non siamo i nostri pensieri.
 Noi siamo quell’entità che riesce a vederli e governarli.

Siamo l’anima, quella è la nostra vera natura. 
Tutto il resto è quello che crediamo di essere, ma si tratta di balle.
 Ho scoperto di riuscire a sentire il respiro degli alberi grazie all’anima, mica grazie alle orecchie. Lavorare per identificarci ogni giorno con l’anima, e non con il nostro ego, è forse l’unica via per non entrare più nei sentieri bui dei nostri pensieri. Ma io sono del segno del Cancro, governato dalla Luna con Saturno contro da un po’ di mesi, quindi temo ci incontreremo ancora in qualche tunnel.
 Ma almeno stavolta, forse, avremo con noi una lanterna.